parole chiave: Glossario, sviluppo nuovi materiali

Glossario

Bottom up
Sta ad indicare l'approccio nel quale, partendo da piccoli componenti, normalmente molecole o aggregati di molecole, si cerca di controllarne/indirizzarne l'assemblaggio utilizzandoli come building blocks (mattoncini) per realizzare nanostrutture, sia di tipo inorganico che organico/biologico.     

Curva di Stribeck
Rappresentazione grafica (in scala log-log) del coefficiente d'attrito di superfici lubrificate in scorrimento, in rapporto a viscosità del lubrificante, velocità e carico. Sull'asse verticale è riportato il coefficiente d'attrito, su quello orizzontale il parametro mN/P (m è la viscosità del lubrificante, N la velocità relativa e P la pressione di contatto). La combinazione di bassa velocità, bassa viscosità e alti carichi produce un regime di scarsa lubrificazione (boundary lubrication); aumentando la velocità relativa, il coefficiente d'attrito raggiungerà un minimo e si passerà al regime idrodinamico di lubrificazione.

Elettrodeposizione
L'elettrodeposizione è un processo elettrochimico che permette di depositare un sottile strato di metallo su una superficie, in genere metallica, così da prevenirne il naturale processo corrosivo, aumentarne la resistenza di trazione e migliorarne l'aspetto esteriore.     

Effetto quantico
Fenomeno particolare o proprietà unica che acquisisce un materiale una volta che passa progressivamente dalla scala macroscopica alla scala molecolare o atomica, in cui predominano le leggi della fisica quantistica.     

Effetto tunnel
Fenomeno quantistico che si genera una volta che una particella di materia, come ad esempio un elettrone, attraversa una barriera energetica opposta, nonostante non possieda l'energia sufficiente per farlo, secondo la fisica classica.

Materiale nanocomposito
Materiale che è formato da due o più fasi distinte (chimicamente o strutturalmente), di cui almeno una è formata da elementi che possiedono una dimensione fra 1 e 100 nanometri.     

Materiale nanofasico
Materiale che è formato da una o più fasi che possiedono almeno una dimensione variabile fra 1 e 100 nanometri.     

Materiale nanoporoso
Materiale organico o inorganico che possiede nella struttura delle cavità di dimensioni che non superano i 100 nanometri, all'interno delle quali materiali di tipo gassoso o liquido si possono accomodare.     

Materiale nanostrutturato
Materiale la cui struttura comporta almeno una dimensione alla scala nanometrica, che può variare fra 1 e 100 nanometri.     

Micrometro
Il micrometro equivale alla millesima parte del millimetro ed è indicato con µm. Il micrometro è detto anche micron.
Per avere un'idea dell'ordine di grandezza di questa lunghezza, si consideri che il diametro di un globulo rosso è pari a 8 μm, mentre quello di un capello varia tra i 65 e i 78 μm.)     

Microstruttura
Insieme delle caratteristiche geometriche degli elementi che compongono la struttura di un materiale, ad una scala in cui sono osservabili solamente con l'ausilio di microscopi o tecniche affini

Movimento browniano
Movimento casuale, irregolare, disordinato e incessante caratteristico delle particelle in sospensione in un fluido.     

Nanocristallo fluorescente
Cristallo di dimensioni nanometriche, costituito da diversi materiali semiconduttori, che emette delle onde luminose, una volta sottoposto ad illuminazione ultravioletta, la cui lunghezza d'onda dipende dalle dimensioni caratteristiche del cristallo stesso.     

Nanocolloide
Insieme di particelle con diametro inferiore a 100 nanometri, che si presentano disperse in maniera omogenea in una soluzione, frequentemente acquosa.     

Nanofiller
Materiali in forma di polveri ultrafini o nanoparticelle, che sono aggiunti all'interno di oggetti comuni (nella fase di produzione) con lo scopo di produrre nanocompositi con proprietà chimico-fisiche differenti dalla matrice utilizzata; sono impiegati con matrici di tipo organico (polimeri, vernici, ecc.) o inorganico (metalli, ceramiche, ecc.), sia in forma di rivestimenti, che di oggetti massivi.     

Nanofluidi
Liquidi realizzati sospendendo nanoparticelle con dimensioni medie sotto i 100 nanometri all'interno di fluidi refrigeranti tradizionali (acqua, olio o etilene glicole). Una quantità minima di nanoparticelle, se disperse in modo omogeneo e sospese in modo stabile nel fluido, può portare a importanti miglioramenti nelle proprietà termiche dei refrigeranti stessi.     

Nanomedicina
Applicazione delle conoscenze e tecniche della nanotecnologia in campo medico. Aree come la diagnostica clinica, il trasporto ed il rilascio di farmaci sono alcuni dei campi di applicazione della nanomedicina.     

Nanomateriali
Parte della nanotecnologia che si occupa dello studio e fabbricazione di materiali, costituiti anche da particelle per le quali almeno una dimensione spaziale varia nell'intervallo 1-100 nanometri; questo permette loro di acquisire proprietà particolari.     

Nanometro
Il nanometro (abbreviato con la sigla nm) equivale alla millesima parte del micrometro. Il nanometro è usato nella misura di distanze su scala atomica e molecolare: le celle elementari dei cristalli hanno lunghezze dell'ordine di un nanometro; la doppia elica del DNA ha un diametro di circa 2 nm.     

Nanoparticelle
Le nanoparticelle sono particelle dalle dimensioni piccolissime, nell'ordine di qualche centesimo di millimetro fino a qualche milionesimo di millimetro. Sono particelle formate da aggregati atomici o molecolari con un diametro compreso, indicativamente fra 2 e 200 nanometri. L'utilizzo delle nanoparticelle sta alla base delle nanotecnologie.     

Nanopolvere
Polvere composta da nanoparticelle, con diametro inferire a 100 nanometri, che sono generalmente costituite da metalli, leghe, ceramiche o compositi.     

Nanoscienza
Scienza che si interessa dei processi che avvengono nei materiali a scala atomica e molecolare e che coinvolgono strutture di cui una dimensione almeno è dell'ordine dei 100 nanometri, con lo scopo di comprendere le loro particolari proprietà fisico-chimiche e definire le metodologie utilizzabili di fabbricazione, manipolazione e controllo.     

Nanotecnologia
Dominio multidisciplinare della scienza che concerne la progettazione e la fabbricazione, alla scala atomica e molecolare, di strutture che presentano almeno una dimensione fra 1 e 100 nanometri e che possiedono delle proprietà fisico-chimiche particolarmente utili e che possono essere oggetto di manipolazioni controllate e modificate.     

Nanotubo
Filamento di dimensioni nanometriche, che possiede tipicamente un diametro intorno a 20-200 nanometri e una lunghezza dell'ordine di alcuni micrometri; si differenziano in nanotubi a parete singola o SWNT (si presentano con le pareti del cilindro formate da un solo strato atomico) e nanotubi a parete multipla o MWNT (si presentano con le pareti del cilindro formate da strati atomici multipli)     

Particella ultrafine
Particelle di materiale di natura chimica variabile, il cui diametro equivalente misura meno di 100 nanometri.     

Quantum dot
Struttura nanometrica di semiconduttore, che risulta dal confinamento del movimento degli elettroni nelle tre dimensioni dello spazio; mostrano proprietà fisiche, soprattutto ottiche, estremamente interessanti.

Superficie specifica
Dimensione totale della superficie di un corpo, in rapporto alla sua massa (peso) o il suo volume; si misura comunemente in metri quadrati al grammo (m2/gr).     

Top down
Significa ridurre con metodi fisici le dimensioni delle strutture e dei materiali, verso livelli prossimi ai 100 nm.

Customer Service
TEC Star – Modena – Italy: Nanotechnology and nanocomposites for industry Contatti
Per ogni esigenza contattate il Servizio Clienti, a vostra disposizione con competenza e professionalità.
Tec Star S.r.l. - Via della Resistenza 7/5 - 41011 Campogalliano (MO) - Italy P.IVA e C.F.: 03209920366
Registro Imprese di Modena REA 368011 - Capitale sociale: Euro 10.000,00 i.v.      Note legali e Cookie policy